Ferraro: "Attacco Over? E' un'ipotesi. Le scelte non sono sulla base delle condizioni del terreno"

Ferraro - Conferenza

Ecco le parole di mister Ferraro nella consueta conferenza stampa di vigilia in vista di Catania-Acireale:

“è stata la solita settimana di lavoro, con grandi motivazioni. Domani affronteremo questo derby, sappiamo che sarà una partita difficile ma siamo pronti per affrontarla così come abbiamo sempre fatto in questa stagione. Abbiamo recuperato quasi tutti i calciatori e stiamo bene dal punto di vista fisico, qualcuno in settimana si è allenato di meno ma domani faremo le dovute valutazioni. Non abbiamo nessuno in infermeria tranne Litteri, Chinnici e Buffa già li sappiamo ma siamo quasi tutti arruolabili”

“Domani dovremo mantenere i ritmi alti. Sia noi che loro teniamo alla partita di domani, rispettiamo l'avversario ma dobbiamo cercare di portare a casa i tre punti. I campi leggeri o pesanti non sono un problema, come ho sempre detto l'unico problema del Catania può essere il Catania stesso. Non possiamo farci condizionare dal campo. Le valutazioni per Lamezia le avevo fatte non in base al campo ma in base alla settimana. La scelta della formazione avviene in base alla settimana e in base alla condizione fisica, se diciamo che sono tutti importanti bisogna dimostrarlo con coerenza. Attacco over? E' un'idea che consideriamo ma non è ancora certa”

“In avanti abbiamo Chiarella e Forchignone che come altri Under in realtà valgono come se fossero Over. Chiarella ha saltato alcuni lavori, è rientrato martedì con il gruppo ed è difficile che possa partire dal primo. Dell'Acireale temo la sua organizzazione ed il fatto che si tratta di una partita molto attesa. Giovinco? In avanti ne abbiamo tanti, le scelte vengono fatte sulla base di ciò che reputiamo più idoneo per la partita, ma alla fine ognuno avrà fatto i suoi minuti, avrà dato il suo contributo e si sarà tolto le sue soddisfazioni. Pedicone può essere chiamato in causa, lo stiamo recuperando al cento per cento visto che non giocava da cinque, sei mesi. Tra tre settimane sarà probabilmente al cento per cento"