Catania - Città di Sant'Agata 3-2: a denti stretti i rossazzurri suonano la nona

Il Catania fa nove su nove e sfruttando il passo falso del Lamezia vola a più otto sulla seconda. Gli ospiti partivano in maniera autoritaria, con una difesa molto alta e sfruttando la tecnica degli avanti. LA prima occasione era targata D'Arleo la cui discesa palla al piede culminava con un destro che lambiva la traversa. Dopo un quarto d'ora di attesa arrivava la prima occasione del Catania ed era quella giusta con il tandem Sarno-Rapisarda che confezionava la rete del vantaggio grazie all'assist del primo e al bolide del numero cinque. Il raddoppio arrivava sempre da un'azione sviluppata sulla corsia di destra, ma finalizzata sull'out opposto da Vitale che trasformava in gol un cross di Rapisarda sporcato da Sarao. Ad inizio ripresa erano gli ospiti a rendersi pericolosi, prima con Bonfiglio che sfiorava la rete dopo un errore di Lorenzini, poi con Scolaro che sfruttava un'indecisione di Rapisarda e accorciava le distanze. Poi la sagra dei rigori, il primo per gli etnei trasformato da Jefferson e poi a dieci dal termine quello degli ospiti realizzato da un freddissimo Bonfiglio. 


CATANIA 4-3-3: Bethers, Castellini, Lorenzini, Somma, Rapisarda, Vitale, Lodi (Palermo), Rizzo, Forchignone (Boccia), Sarno (Russotto), Sarao (Jefferson)  All. Ferraro   A disp.: Groaz; Lubishtani; Buffa; De Luca; Giovinco

CITTA' DI SANT'AGATA 3-4-3 Curtosi. Casella (Carrà), Domoleon, Brunetti (Napoli), Morleo, Scolaro (Maesano), Calafiore, D'Aleo, Vitale, Cicirello (Monteiro), Bonfiglio  All. Vanzetto   A disp.: Quartarone, Gallo, Duli, Mazzamuto, Raspaolo

MARCATORI: 15' Rapisarda; 35' Vitale; 53' Scolaro; 75' Jefferson; 80' Bonfiglio

AMMONITI: Vitale, Bonfiglio, Scolaro

ESPULSI