Foggia-Catania 5-1: Fantasmi allo Zaccheria. Rossazzurri umiliati

Sconfitta pesantissima per un Catania mai entrato in campo con il Foggia

Baldini Catania

Il Foggi strapazza ed umilia un Catania mai in partita e lontanissimo dalle giornate migliori. Partenza subito a razzo con uno dei gol più veloci di tutto il campionato messo a segno da Merola che sfrutta un cross di Petermann e soprattutto una dormita clamorosa di Rosaia. Il raddoppio per i padroni di casa arriva al quarto d'ora ed è un gol splendido siglato da Curcio che dai venti metri fa partire un sinistro imprendibile per Sala. Passano neanche dieci minuti e i pugliesi trovano la terza rete, ancora una volta un sinistro potente dalla distanza, su una punizione  trasformata da Ferrante. Altra punizione e altra conclusione vincente, stavolta di Petermann che con sorprende Sala sul primo palo. Nel finale della prima frazione arriva addirittura il 5-0 con il colpo di testa ancora di Merola che trova così la doppietta personale. 

La ripresa non racconta più nulla, se non la rete della bandiera del Catania che arriva a dieci dal termine con Greco che si fa trovare pronto su un cross rasoterra di Izco.

 

FOGGIA (4-3-3). Dalmasso, Garattoni, Di Pasquale, Sciacca, Rizzo, Rocca (Gallo), Petermann, Di Paolantonio (Garofalo), Merola (Vitali), Ferrante (Turchetta), Curcio (Rizzo Pinna)
A disp. di Zeman: Volpe, Girasole, Nicolao, Buschiazzo, Maselli


CATANIA (4-3-3). Sala, Albertini, Monteagudo, Lorenzini, Pinto (Simonetti), Rosaia (Izco), Provenzano (Cataldi), Greco, Biondi (Piccolo), Moro, Russini (Zanchi)
A disp. di Baldini: Stancampiano, Coriolano, Ercolani, Claiton, Pino, Ropolo, Bianco, Russo

 

Marcatori: 1' Merola, 17' Curcio, 25' Ferrante, 39' Petermann, 44' Merola, 78' Greco

Ammoniti: Albertini, Pinto, Sciacca, Petermann, Cataldi. Moro, Di Pasquale

Espulsi