Avversario, Città di Sant'Agata: o bianco o nero, ma ci prova sempre

Nessuna mezza misura per il prossimo avversario del Catania: il Città di Sant'Agata reduce da un'ottima passata stagione e che in questo avvio di campionato ha vissuto momenti contrastanti. Vittorie importanti e sconfitte deludenti hanno caratterizzato le prime otto giornate della formazione siciliana che in classifica si trova al 6° posto con 12 punti, frutto di un'alternanza totale tra 4 vittorie e altrettante sconfitte, risultando l'unica squadra del campionato (oltre al Catania) a non aver mai impattato sul pari. Uguale il rendimento fatto registrare tra casa e trasferta con 2 vittorie e 2 sconfitte in entrambi i casi; lontano dalla propria terra la squadra di mister Vanzetto è riuscita ad imporsi contro Sancataldese e Santa Maria del Cilento, mentre ha dovuto cedere il passo a Licata e Ragusa.

Dal punto di vista tattico, il credo di Leonardo Vanzetto è sempre stato il 3-4-3 e l'impronta si è vista anche quest'anno, con i due esterni bravi anche a stringere in zona centrale per creare un 3-4-2-1 utile per creare superiorità numerica nella zona morta. Lì il Catania agirà con Lodi e con la copertura attenta di Rizzo, ma la sensazione è che un giocatore ospite avrà un ruolo da controfigura proprio del numero dieci rossazzurro. Sotto il profilo realizzativo, infine, i numeri raccontano di una squadra, quella ospite, che ha messo a referto 14 reti subendone 10, mentre nel dettaglio riguardante la trasferta, con 7 gol realizzati si attesta al quarto posto della speciale classifica. Attenzione massima dunque in vista di una sfida interessante sotto il profilo tecnico, ma anche tattico, anche se il Catania può andare a nozze proprio contro squadre che decidono di provare a giocarsela a viso “quasi” aperto.