Top Player, Chiarella: un giovane esterno vecchio stampo

Era il 29 settembre quando, dopo la gara del Massimino contro il San Luca, la nostra redazione eleggeva “scheggia” Chiarella migliore in campo; dopo 4 mesi, 16 partite e un lungo stop, il giovane scuola Pescara torna a primeggiare su tutti a suon di dribbling e gol. Contro il Ragusa l'esterno rossazzurro ha messo in evidenza tutte le doti di cui dispone e che nelle prime due giornate di campionato avevano fatto ammattire avversari ed entusiasmare i tifosi. Partendo da destra Chiarella è a tratti letteralmente inarrestabile grazie alla sua velocità e decisione nel puntare il diretto avversario, sfruttando il piede forte per aggredire la profondità. Formidabile nel puntare l'uomo, ma importante anche nell'economia del gioco, poichè, sembra essere uno dei pochi ad avere l'allungo in verticale per attaccare la porta, con o senza palla.

Oltre all'ottima prestazione nell'ottica della creazione della superiorità numerica, Chiarella ha anche trovato la prima gioia realizzativa, una rete pesante soprattutto a livello personale, che chiude un capitolo difficile alimentato dalle noie muscolari. Sarà banale, ma il ventenne è il vero primo acquisto del mercato invernale e chissà che non possa essere un punto di riferimento su cui costruire il Catania del domani, visto che, in attesa del confronto di fine anno con il Pescara, la volontà del ragazzo sembra essere quella di rimanere alle pendici dell'Etna.