Ferraro: "Abbiamo ripreso con voglia e spirito. Esonero Cozza? Dovremo stare ancor più attenti. Litteri..."

Le parole di mister Ferraro, in vista della trasferta contro il San Luca

Scritto da Marco Massimino Cocuzza  | 

Ecco le parole di Ferraro in conferenza pre-gara: "Per quanto riguarda la trasferta, sarà difficile perché il San Luca nonostante i punti ha un buon organico. Spero che continueremo sulla scia delle ultime prestazioni, avremo anche il pubblico dalla nostra, poi è chiaro che dovremo fare la nostra partita a prescindere dall'avversario. Sarà difficile perché hanno bisogno di punti per salvarsi.

Il cambio di allenatore? Non so, io guardo alla mia squadra. Se loro hanno fatto questa valutazione ci saranno dei motivi, Cozza ha fatto grandi cose da allenatore, ma non sta a me giudicare. Però dovremo stare ancora più attenti perché con i cambi di allenatore i giocatori danno qualcosa in più.

La continuità viene dal gruppo, non da chi gioca, è una cosa che viene a prescindere da chi scelgo. Ognuno di noi sta a Catania e sa cosa si sta giocando nel presente e nel futuro. I punti sono frutto di quello che hanno fatto Laneri e tutta la società, bisogna dimostrare domenica dopo domenica chi siamo.

Infortunati? Domani nella rifiniture saprò se recuperiamo qualcuno. Per Litteri bisogna chiedere al dottore, credo che presto si allenerà con il gruppo e con la squadra.


Mi aspettavo questa risposta perché è frutto del lavoro: noi ci siamo rivisti il 27, mentre altre squadre hanno ripreso il 2. Questo questo ci ha permesso di ricompattarci e di fare gruppo in allegria, anche perché sappiamo che il girone di ritorno è particolare, nell'andata si fanno partite diverse anche per quanto riguarda il tipo di concentrazione.

Credo che le tabelle il Catania non le debba fare. Dobbiamo guardare a noi stessi e basta, lavoriamo per il presente e per il futuro. Diamo continuità al lavoro, la nostra tabella è di domenica in domenica.

Giovinco è entrato bene, anche pericone e de Luca. Al di là dei cambi, se una squadra è messa bene, anche chi subentra diventa automaticamente un titolare e dà il proprio apporto.

Lodi è un grande vantaggio perché abbiamo un bel campo grande e con i suoi lanci mette in difficoltà le difese. Giochiamo in ampiezza, con pazienza, alla ricerca di trame per fare male. È una cosa che viene dalla mente e dal fisico, abbiamo uno staff fantastico. Zeoli, Emanuele Catania, Tomei e gli altri attorno alla squadra stanno facendo un gran lavoro, sono onorato di averli qui".