Provini a Catanista: "La Federazione ha tutto l'interesse che il Catania sia in D. Contesto diverso dal 93"

Orazio Provini

Il giornalista del quotidiano ‘La Sicilia’, Orazio Provini,  è intervenuto ieri ai microfoni di Catanista per commentare il momento degli etnei e le previsioni future. Ecco uno stralcio del suo intervento:

“non pensavo proprio di rivivere una situazione già vissuta nel 93', ma in peggio stavolta. La storia purtroppo tende a ripetersi. In quell'anno ero inviato a Campo di Giove e il 31 luglio la squadra era all'hotel ‘Scoiattolo’, in quella giornata arrivò la notizia del mancato pagamento di alcune tasse che il Catania voleva onorare con un ritardo che considerava congruo con le norme. Da lì avvenne la radiazione, ma la differenza è che allora c'era un presidente che voleva combattere e riuscì mantenere l'affiliazione e a riportare il Catania, piano piano, più in alto”

“Se la Federazione si calerà nei panni della città darà la Serie D al Catania, ha tutto l'interesse di recuperare una città come Catania. Vincere quel campionato però non è scontato perchè uscire dalle basse categorie è più difficile che rimanere in quelle alte. Poi ci sarà una seconda fase perchè chiunque arrivi in questo momento, se dovesse vincere la D, dovrebbe già essere pronto per le difficoltà economiche, e non solo, della Serie C che purtroppo conosciamo bene. Ci vuole una società solida e competente. Per adesso sono molto preoccupato ma realista. Noi dobbiamo dire la verità, non ciò che la gente vuole sentirsi dire perchè proprio facendo così da parte di qualcuno il Catania ha concluso tragicamente la sua storia”