Catania-Locri 2-0: il settimo sigillo

Un'autorete e la perla di Giovinco regala tre punti pesantissimo per gli etnei

Il Catania conquista la settima vittoria stagionale in una partita difficile ma decisa prima da un'autorete e poi da una grande giocata di Giovinco. Inizio di partita caratterizzato da ritmi intensi con le due squadre decise a premere sull'acceleratore, sfruttando il recupero palla e le ripartenze il Locri, cercando di spingere con le catene esterne il Catania. Il primo tempo scivolava via liscio, senza emozioni e con i padroni di casa volenterosi ma confusionari, e gli ospiti ben organizzati senza lasciare corridoi utili. Al decimo del secondo la prima vera occasione su azione del match costruita sull'asse Lodi-Sarno con quest'ultimo autore di uno stop volante da cineteca, ma non altrettanto preciso nella conclusione a rientrare. L'episodio cruciale arrivava al 65' quando un cross di Rapisarda veniva deviato imparabilmente nella propria porta da Dodaro. Dopo dieci minuti sempre Dodaro si rendeva completava la sua personale serata da dimenticare con un intervento da tergo che gli costava il secondo giallo, lasciando i suoi in inferiorità numerica. La ciliegina finale la metteva Giovinco che con un sinistro a palombella delizioso dalla linea di fondo superava Iannì.

CATANIA 4-3-3 Bethers; Rapisarda; Lorenzini; Ferrara (Sarao); Castellini; Vitale; Lodi; Rizzo; Sarno (Bani); Forchignone (Boccia); De Luca (Jefferson) All. Ferraro A disp. Groaz; Somma; Lubishtani; Buffa; Giovinco

LOCRI 4-3-3 Iannì; Mazzone; Aquino; Mbaye; Romero; Pagano; Dodaro; Palermo; Ficara; Furina (Carella); Chiricosta (Delfino)    All. Mancini  A disp.: Gagliardotto; Congiu; Aquino; Larosa; Vita; Martinez

 

MARCATORI: 65' Dodaro aut; 91' Giovinco

AMMONITI Mbaye; Rapisarda; Palermo; Dodaro, Chiricosta

ESPULSI: Dodaro