Nel 'giorno dei morti' il destino di Torre?

Entro martedì possibili novità per quanto riguarda Torre del Grifo e non solo

Il 'giorno dei morti' potrebbe essere determinante per quanto riguarda il presente ed il futuro di un Catania la cui vita è appesa ad un filo. Tra oggi e domani, infatti, si attendono due esiti: il primo riguarda un'interlocuzione portata avanti nelle scorse settimane; il secondo la gestione di Torre del Grifo. Due discorsi che potrebbero essere in parte collegati, ma il gruppo estero di cui si attende la risposta (prima nel weekend poi posticipata a questa settimana) concreta sull'evoluzione dell'interesse guarda ovviamente anche a giorno 9 quando si terrà l'udienza relativa a Calcio Catania Servizi, una situazione che inevitabilmente consiglia cautela. Nessuna particolare aspettativa nè speranze da alimentare, ma semplicemente l'attesa degli eventi che, come detto entro domani porteranno alla decisione su Torre del Grifo.

Servono i soldi per gli stipendi, questo lo si sa, ma se i soci non vorranno mettere mano al portafoglio come si farà? La Sigi probabilmente tramite il cambio di statuto vuole intraprendere una strada che può portare proprio ad un cambio radicale di prospettive sul centro sportivo, ma con quali conseguenze? Entro domani, infatti, si deciderà il da farsi con l'ipotesi di affitto della gestione di Torre che potrebbe portare subito 250 mila euro nelle casse e poi la restante parte spalmata nei mesi successivi. Una cifra, quella immediata, che consentirebbe in primis il pagamento degli emolumenti non versati visto che la scadenza della messa in mora sarebbe entro l'undici novembre, una data che non consentirebbe troppi ragionamenti in relazione all'udienza del 9. Insomma entro domani Torre saprà quale sarà il suo destino e soprattutto la Sigi prenderà una posizione e una responsabilità sugli eventi futuri