Abbonamenti: sì attendeva un risposta? È una super risposta...

Ross Pelligra Catania

In 30 ore 4500 abbonamenti in Serie D, in 30 ore una Curva esaurita (per i biglietti ad oggi disponibili); se in 30 ore Catania è stata in grado di fare tutto ciò, cosa potrà succedere nei prossimi 15 giorni? Cosa potrebbe succedere nei prossimi 15 anni? La risposta della città alla professionalità e agli investimenti della proprietà australiana è davvero encomiabile, grazie ad una rinnovata passione e alla voglia di vedere nuovamente rotolare il benedetto pallone dopo anni di tribunali e avvocati. 

Dopo neanche due giorni di campagna abbonamenti, il ritmo è di ben oltre 2000 abbonamenti al giorno, un ritmo destinato a calare ovviamente, ma che fa prospettare il raggiungimento, in maniera abbastanza agevole, di quei 9700 posti disponibili. Il messaggio della città è chiaro: vogliamo battere il record di abbonamenti del Palermo, vogliamo essere vicini alla squadra, vogliamo immediatamente tornare nei piani alti del calcio italiano. Senza giri di parole, senza falso attendismo, il desiderio della piazza è questo, ed è lo stesso del Vice Presidente Grella che senza mezzi termini ha espresso concetti sili in conferenza stampa.

Adesso non resta che attendere il mantenimento di un'altra promessa da parte del Gruppo Pelligra e cioè la sistemazione del Massimino per riportarlo alla capienza originaria, ma serve anche l'azione del Comune che non può di certo frenare la fame della piazza. La speranza è che tutto ciò avvenga prima della prima gara di campionato, ma intanto l'importante è che si sopperisca alle mancanze del passato. Si attendeva la risposta di Catania, per ora è arrivata una super risposta, di quelle che esaltano, convincono e responsabilizzano.