Una freccia e un bomber per Ferraro. Chiarella e Litteri i primi "acquisti" di gennaio?

I due giocatori, prossimi al 100% della forma, rappresenteranno nuove soluzioni per il tecnico

Scritto da Marco Massimino Cocuzza  | 
Chiarella e Litteri

Delle momentanee difficoltà del reparto offensivo rossazzurro abbiamo parlato. Non un problema, ma piuttosto un dato che fa pensare. Una riflessione la cui soluzione potrebbe già trovarsi in casa: due per la verità, una freccia e un bomber. La prima l'abbiamo già vista scoccare da Ferraro nelle prime due giornate, risponde al nome di Marco Chiarella. Contro Ragusa e San Luca è stato infatti tra i migliori in campo sull'out offensivo di destra, mettendo in mostra velocità, intelligenti inserimenti e persino tiro da fuori area, poi l'infortunio muscolare che lo ha tenuto fuori più di due mesi fuori.

È rientrato due settimane fa ma deve naturalmente riacquisire la forma fisica per poter giocare sempre più minuti, rappresentando una ulteriore opzione per il tecnico rossazzurro: un classico esterno classe 2002 che predilige ricevere palla nello spazio per poter attaccare la profondità palla al piede. Resta da capire se verrà schierato di nuovo a destra, lì dove Rapisarda e Sarno tanto bene hanno fatto, almeno fino a qualche settimana fa, oppure a sinistra. Certo è che il modo di interpretare il ruolo sarebbe un pizzico diverso: sulla corsia destra potrebbe tendere a cercare il fondo per arrivare ai cross in area, cosa che per le sue caratteristiche sembrerebbe anche congeniale, sulla fascia mancina potrebbe cercare più spesso il rientro sul destro per concludere a rete. Compito di Ferraro e del suo preparato staff scegliere il modo migliore per impiegarlo.

Si è parlato anche di un bomber. Uno che vive per mettere la palla dentro: l'identikit è quello di Gianluca Litteri. Arrivato in rossazzurro come ciliegina sulla torta del mercato, ma anche per coronare il sogno di indossare la maglia della propria città, il trentaquattrenne ha però giocato finora soltanto 16'. Colpa di una cisti al piede sinistro, andava rimossa. Ma il Catania sa quanto può dare alla causa: parla la sua storia, costruita sulle basi di 88 reti segnate tra i professionisti. E parlandoci chiaramente a Ferraro può far più che comodo un attaccante diverso per caratteristiche sia da Jefferson che Sarao, che vede la porta e ha la velocità della giocata nelle sue corde. Adattissimo pure ad un eventuale attacco a due in coppia con i sopracitati, ma anche lo stesso De Luca.

Chiarella e Litteri, una freccia e un 9 vero, pronti a dare il loro apporto ad una rosa che sta volando. Il che si traduce in un ulteriore problema per Ferraro, chiamato a scegliere di domenica in domenica chi schierare: sì, i classici problemi che tutti gli allenatori vorrebbero avere.