Top Player: Palermo tuttofare

Scritto da Stefano Auteri  | 

Pensare che in una sfida fra Catania e Trapani il migliore in campo possa essere Palermo suona sicuramente strano, ma è quello che è successo mercoledì pomeriggio al Massimino, quando per l'ennesima volta il centrocampista rossazzurro si è ritagliato un ruolo da protagonista. La terza rete personale nelle ultime 6 gare degli etnei rappresenta un macigno perchè ha permesso ai suoi di rientrare in una gara che, se persa, avrebbe creato un clima di relativa negatività con cui affrontare le feste. Così non è stato ed il merito è di un ragazzo che ha accettato tanta panchina ad inizio anno, salvo poi prendersi il palcoscenico nel momento più importante. 

Palermo è il centrocampista che riempie meglio l'area di rigore, che sa abbinare corsa e strappi e che può garantire volume per proteggere Lubishtani. Questo è ciò che ha fatto ieri, ed è ciò che può offrire nel corso della stagione, considerando sempre la regola degli Under e l'ottimo campionato disputato anche da Vitale. Certamente il tridente in mediana scelto da Ferraro per affrontare il Trapani non ha deluso, nonostante un primo tempo non perfetto, perchè nella ripresa ha mostrato quella potenza di cui tanto abbiamo parlato negli ultimi giorni. Probabilmente, parlando in ottica generale, Palermo non è insostituibile, ma è il giocatore più in forma ed in fiducia presente in rosa e che tutti vorranno riapprezzare anche dopo la sosta.

Ferraro ha a sua disposizione un'arma in più, non solo da utilizzare a gara in corso, ma da sfruttare per garantire personalità, corsa ed inserimenti. Tre reti sono già un buon bottino, così come è ottimo il rendimento offensivo di tutto il centrocampo (11 gol), ma siamo certi che la stagione di Palermo sia solo all'inizio e con un po' di continuità possa fare sempre meglio.