Top Player, Ercolani e Piccolo: la rivincita!

Quando il campionato sembra ormai concluso e per alcuni le chance di rivalsa al lumicino, ecco che arrivano loro: Ercolani e Piccolo, i meno attesi e più criticati, ma decisivi in positivo in quel di Potenza. La trentacinquesima giornata è stata il palcoscenico dove entrambi hanno potuto finalmente recitare ruoli da protagonisti, perché il bello del calcio è anche questo, e in una stagione individualmente travagliata c'è stato spazio per una rivincita.

Pensate che Ercolani non toccava il rettangolo di gioco da 12 gare, e appena chiamato in causa vista la moria di centrali ha sfoggiato una prestazione attenta e pulita, con il punto esclamativo di quel salvataggio di testa a Stancampiano battuto. E poi Piccolo. Un talento assoluto per la Serie C, ma a causa delle condizioni fisiche dai più era considerato un ex talento. Uno scampolo di gara gli è bastato per togliersi un'immensa soddisfazione personale che per un istante gli avrà fatto dimenticare il calvario patito con gli infortuni e ricordare la gioia del gol. 

Una rinascita e una salvezza arrivate da chi non ti aspetti, perché in fin dei conti quest'anno il Catania è una grande famiglia nella quale c'è spazio per te tutti. Migliori in campo loro, ma non dimentichiamo Sipos che vanta un trascorso simile ad Ercolano e Piccolo sotto il profilo delle critiche e aspettative. Da tre partite, quando chiamato in causa, è andato a segno, ed oggi sembra più vivo e presente anche di Moro. C'è spazio per tutti, speriamo ci sia anche ulteriore tempo.