Catania-Vibonese Pagelle: Forchignone esaltante, Lorenzini rilassante. Vitale deciso e decisivo

Scritto da Stefano Auteri  | 
Vitale esultanza

Il Catania si impone sulla Vibonese conquistando con merito tre punti che proiettano gli etnei sempre di più in cima alla classifica. Bene in difesa e devastanti in avanti con Forchignone che non ha fatto rimpiangere Chiarella e Vitale deciso e decisivo.

Di seguito le valutazioni sui rossazzurri

Bethers 6,5: non c'è nulla di più difficile per un portiere di rimanere inoperoso per diversi minuti e poi doversi fare trovare pronto sull'unica occasione avversaria. Beh per Bethers sembra un gioco di ragazzi e risponde alla grande su Balla, ma non è così…

Castellini 6,5: torna esterno e a tratti sembra spingere come nella prima uscita di Ragusa. Dai suoi piedi nasce il gol di Jefferson

Lorenzini 7: probabilmente neanche suda. E' questa l'unica considerazione che viene in mente pensando alle sue partite, viste le tranquillità, l'eleganza e la sobrietà con cui affronta gli avversari

Somma 6: suda un pizzico di più di Lorenzini e a volte concede qualcosa, ma rimane un muro invalicabile

Rapisarda 6,5: Presenza e attenzione contro un avversario potenzialmente pericoloso come Balla. Nel finale fa anche l'attaccante e le movenze non sono niente male

Vitale 7: Primi 180 minuti anonimi, poi l'espulsione ed un ritorno in campo in maniera assolutamente convincente. La rete del vantaggio è bella e preziosa, ma è soprattutto la determinazione con cui vengono fatte giocate e movimenti che lasciano ben sperare per il futuro

Lodi 7: 60 minuti che sembrano quasi una sfida fra lui e Rizzo tra chi riesce a fare il lancio più preciso e pericoloso. Ovviamente vince il dieci che manda in porta chi vuole, ma Rizzo sorprendentemente gli sta a ruota

Rizzo 6,5: Detto del “contest” con Lodi, il 18 offre ancora una volta una prestazione preziosa abbinando volume a impostazione. Vitale gioca più in verticale lasciando spesso Rizzo e Lodi in una linea a due, ma il tatticismo e la corsa sono il pane quotidiano

Giovinco 6: il Catania è pericoloso con la palla sopra la linea difensiva e ciò porta Giovinco a toccare pochi palloni, ma quando viene chiamato in causa fa girare bene la palla sulla trequarti

 

Forchignone 7,5: ci mette qualche minuto per accendersi, ma poi quando s'illumina abbaglia pubblico e avversari. Procura l'espulsione di Basualdo e ogni giocata è ciò che di più lontano c'è dalla banalità. Sgusciante ed esaltante, al terzo tentativo trova una rete meritatissima

Sarao 6,5: Nel primo tempo va vicino al gol in due circostanze ma oltre alla pericolosità sotto porta è il lavoro per la squadra che è sempre impressionante. Spalle d'acciaio Sarao sgomita contro tutti e solo per questo è meritevole sempre di un voto altissimo

 

SUBENTRATI

Jefferson 7: primo pallone toccato e prima gioia in rossazzurro, con balletto annesso. Meglio di così…

Sarno 6,5: gioca di tocco e con una delicatezza che è rara in Serie D

Palermo 6: entra, garantisce corsa e lega bene centrocampo e attacco

Bani s.v.

Boccia s.v.