Avversario: Potenza aggrappato ad Arleo e Cuppone

Sulla strada di un Catania galvanizzato dalla vittoria di Avellino e in piena corsa per i play off c'è il Potenza targato Pasquale Arleo alle prese con le speranze di salvezza. Obiettivi diversi e sensazioni contrastanti per le due squadre, visto che gli etnei sono reduci da una vittoria convincente, in inferiorità numerica e frutto del collettivo; mentre i padroni di casa sono incappati nella sconfitta di Monopoli dopo cinque risultati utili consecutivi e 9 punti portati a casa. Una battuta d'arresto netta, quella con i pugliesi, ma che non ha alterato lo stato emotivo di un Potenza in rimonta, visto che se ampliamo lo spettro alle ultime 9 gara sono solamente 2 le sconfitte, a fronte di 3 vittorie e 4 pareggi.

La scossa per la formazione rossoblù è arrivata grazie al ritorno in panchina proprio di Pasquale Arleo che dopo aver conquistato tre promozioni negli ultimi anni con il Potenza, da fine gennaio è stato chiamato a provare l'impresa salvezza. Insieme a lui l'uomo che ha riacceso la speranza è stato Luigi Cuppone, arrivato nel mercato invernale e autore di 7 reti in 11 gare, e che contro il Catania tornerà a disposizione dopo il turno di squalifica. Dal punto di vista tattico mister Arleo potrebbe puntare ancora sulla difesa a tre con il 3-5-2 che però ha destato qualche dubbio con il Monopoli, ed è per questo motivo che non è del tutto scartata l'ipotesi del 4-3-3.

Una partita sicuramente tirata in cui le motivazioni di natura diversa potrebbero fare la differenza. Il peso dell'ultima spiaggia per il Potenza, la possibilità di coltivare un sogno per il Catania che tra l'altro in trasferta rappresenta una delle peggiori squadre da dover affrontare in questa stagione. Di certo sarà una gara vissuta col coltello fra i denti e con la massima concentrazione per non subire gol, ma se dovesse sbloccarsi per via di episodi o errori individuali, potrebbe accendersi e diventare spettacolare.  

 

Fonte foto: tuttopotenza.com