Promossi e rimandati: Maldonado la combina grossa, centrali in difficoltà

Il Catania esce sconfitto per 3-0 dalla trasferta del "Vito Simone Veneziani". Squadra rossazzurra in balia degli avversari per tutti i 90 minuti e incapace di imbastire azioni pericolose. Questi i voti finali raccolti dalla redazione di Catanista. PROMOSSI. Russotto: L'unico che prova a scuotere i rossazzurri e tenta la conclusione nel secondo tempo, centrando il palo. Lampi isolati, attorno alla calma piatta della squadra. Ceccarelli: Fa vedere qualche spunto a livello tecnico, ma anche lui alla lunga si perde nei meandri di un gioco di squadra sonnecchiante. RIMANDATI: Maldonado: Dai palla a lui e pensi sia in cassaforte. In realtà non è così. Parte dai suoi piedi l'errore principale che porta al vantaggio dei padroni di casa e dai suoi piedi non parte quella fluidità di manovra che una squadra dovrebbe avere dal regista. In occasione del secondo gol è lui a rimanere fermo sul palo, tenendo in gioco Starita. Monteagudo-Ercolani: fonte di insicurezza la coppia di centrali. Soffrono costantemente nell'uno contro uno, quando la squadra si allunga, nel breve vanno in affanno e restano in balia di Grandolfo e Starita. Non sembrano avere nelle corde l'impostazione di gioco. Russini: abulico nel corso della gara. Spazia poco sul fronte offensivo e fa un netto passo indietro rispetto alla sfida di coppa Italia. Tra i peggiori. Voti: Stancampiano 5,5; Ercolani 4,5; Monteaugudo 4,5; Pinto 4,5; Izco 4,5; Ceccarelli 5,5; Russotto 6,5 Subentrati 6 Sipos, 6 Bianco; s.v. Cataldi, Zanchi e Russo