Promossi e Rimandati: Giosa in difficoltà, Rosaia impatta bene

La prima uscita stagionale del Catania in coppa Italia si decide dopo i 90 minuti regolamentari. Rossazzurri che a tratti mostrano buone cose sulla trequarti, non arriva però l'acuto finale, soprattutto nella prima parte della seconda frazione, momento migliore degli uomini di Baldini. Nei tempi supplementari la via del gol arriva dagli undici metri dopo uno scambio stretto ben orchestrato tra Reginaldo e Piccolo. Trasforma il numero 10 dagli undici metri. PROMOSSI Giovani: Borriello non subisce tanti tiri, ma il ragazzo mostra personalità; Bianco mostra guizzi palla al piede; Frisenna non mostra timidezza in mezzo al campo Rosaia. Resta in campo fino al termine dei tempi supllementari, dimostrando una buona condizione dal punto di vista fisico e recuperando un numero importante di palloni Reginaldo. Dialoga bene con Piccolo in occasione dell'azione che porta al calcio di rigore poi trasformato con freddezza RIMANDATI Giosa: le difficoltà mostrate nella scorsa stagione si ripresentano, con una attenuante, quella della preparazione non ancora completa Maldonado: si spegne dopo i minuti iniziali ed esce dal vivo della manovra. Scampoli ancora iniziali di stagione, ma Baldini si aspetta di più dalle geometrie del centrocampista ecuadoregno LE PAGELLE: Borriello 6, Calapai 6, Giosa 5, Monteagudo 6, Pinto 5,5, Rosaia 6,5, Maldonado 5, Provenzano 6, Ceccarelli 6,5, Russini 6, Russotto 6 Subentrati: Reginaldo 6,5, Piccolo 6,5, Frisenna 6, Bianco 6 Russo s.v.