Lorenzini ritrova Baldini: ecco il tassello in difesa

Il difensore ha collezionato 145 presenze in serie C. Forte fisicamente può giostrare da centrale, ma all'occorrenza anche da terzino destro. Riabbraccia dopo anni il tecnico di Massa

Scritto da Davide Campagiorni  | 

Filippo Lorenzini incastra i tasselli del puzzle nella difesa rossazzurra e segue un filo rosso che ha caratterizzato gli ultimi innesti. Il giocatore infatti prima di calcare i campi della serie C e collezionare 145 presenze condite da due gol ha vissuto la sua esperienza nella Primavera del Bologna alla guida del tecnico Francesco Baldini. Esperienza con l'allenatore di Massa anche al Sestri Levante. Adesso il difensore lo ritrova nell'esperienza ai piedi dell'Etna dopo aver maturato anni di esperienza in serie C.

Altro minimo comune denominatore che accomuna operazioni e momento in casa Catania riguarda la duttilità del ragazzo. Classico fisico da difensore centrale, alto ben 1,97 centimetri, ma anche duttilità tattica nelle corde, Lorenzini infatti è in grado di ricoprire anche il ruolo di terzino destro all'occorrenza, zona del campo dove è partito da poco un giocatore come Calapai.

Infine sia quantitativamente che qualitativamente va a rimpolpare un settore del campo quello difensivo a corto di ossigeno e solidità. Una pedina funzionale alla rosa di Baldini e pronta ad inserirsi bvelocemente conoscendo bene la categoria, dopo aver vestito negli anni le casacche della Casertana e della Turris, ma anche esperienza a Picerno e Lucchese.