Pellegrino: "Programmare attraverso i giovani, ecco chi sostituirà Sarao..."

Maurizio Pellegrino, direttore dell'area sportiva, è intervenuto nel corso della conferenza stampa di presentazione delle maglie e dei nuovi sponsor del Calcio Catania. Risoluzione contratto con Sarao: "Risoluzione con Sarao di comune accordo, non c'è nessun altra motivazione che ha spinto Sarao e la società a fare la risoluzione del contratto, se non la motivazione di guardare a un calciatore tecnico con caratteristiche diverse perché le condizioni tra il Catania e le esigenze di Sarao sono finite oggi. Siamo alla ricerca di un attaccante valido come Sarao, più giovane se riusciamo, Sarao aveva infatti 32 anni, posso già dirvi che stasera potremmo anche annunciare un ragazzo del 2000 nazionale croato che verrà al posto di Sarao. Sono delle scelte tecniche che oggi servono, si guarda anche ad un'età media che finalmente quest anno abbiamo la possibilità di programmare e progettare, ci sono ragazzi tra il 2000, 2001, 2002 già. E' un'operazione questa in entrata in attacco molto conveniente sia per la validità tecnica del ragazzo che per le condizioni economiche della società" Obiettivo stagionale e giovani: "In base alle nostre esigenze e possibilità, faremo un campionato competitivo, non si può parlare di vittoria, non è giusto farlo, quello che si può garantire è un campionato da onorare, perché indossiamo una maglia che pesa molto e non si può pensare di fare un campionato tanto per farlo. Siamo arrivati quinti l'anno scorso, vorremmo migliorare questa classifica e stiamo lavorando per questo. Chiaro che oggi abbiamo la possibilità di programmare anche attraverso qualche giovane e creare plusvalenza e creare meccanismi. Il progetto tecnico non è di un anno, ma è un progetto dove quando le risorse sono limitate se non si progetta o programma si fa confusione. Abbiamo ora l'esigenza di programmare e progettare"