Dopo 2 anni di nuovo un Presidente e un CDA. Adesso tocca a loro

Vincenzo Grella

Il 18 marzo del 2020 ai più dirà poco, sicuramente farà tornare in mente l'inizio del lockdown, proclamato appena 9 giorni prima, magari farà ripensare a progetti rimasti chiusi in un cassetto, ma per il Catania era anche l'ultima volta in cui era stato proclamato in presidente. Proprio in quel giorno, infatti, Gianluca Astorina veniva insignito della massima carica rossazzurra, con Ignazio Scuderi come vice e Di Natale amministratore delegato. Quello fu l'ultimo CDA che permise al Catania di avere un presidente, poi solo amministratori unici.

Dopo oltre due anni il nuovo Catania riavrà un punto di riferimento interpretato da Rosario Pelligra con un CDA che vedrà assoluto protagonista Vincenzo Grella. L'ex calciatore del Parma sarà al lavoro sul doppio fronte sportivo e amministrativo, ma non sarà da solo viste le altre figure che implementeranno il “team” rossazzurro. Non plenipotenziario dunque Grella, ma con ampi poteri e una presenza costante in terra etnea.

Accanto a lui si attende di capire se ci sarà un Direttore Generale e in tal caso quale figura vista la diminuzione delle chance che portano a Zarbano e nuovi nomi come quello di D'Aniello. Sotto il profilo sportivo le scelte verranno prese insieme ad Antonello Laneri che rappresenta l'usato sicuro in D, ma anche in C. Catania aveva bisogno intanto di poter fare affidamento su punti fermi, dimostrare la bontà e l'affidabilità sta ai nuovi protagonisti della storia rossazzurra.