Pelligra, composizione dirigenziale: Scibilia sì, ma con un ruolo diverso dal passato. Nomi e curiosità, e Pellegrino?

Catania attende lunedì, il “Ross Day” durante il quale verranno spiegate le motivazioni che hanno portato il Comune a preferire il progetto australiano alle altre candidature. Alle 11.30 il via della conferenza stampa al Palazzo degli Elefanti e chissà se anche lo stesso gruppo Pelligra renderà noto qualche dettaglio in più del suo progetto.

Ci sarà Pelligra e ci sarà ovviamente anche Dante Scibilia, vero frontman dell'operazione, che però, a differenza di qualche voce circolata negli scorsi giorni potrebbe ricoprire un ruolo diverso rispetto a quello di Direttore Generale. Un impegno ci sarà da parte dell'ex dirigente del Venezia, ma non quotidiano, magari con un'altra mansione che consenta una supervisione senza presenza costante in loco. Chi farà certamente parte del progetto è Vincenzo Grella che insieme a Bresciano rappresenteranno il collante fra Catania e l'Australia, resta da capire le con quali ruoli. Spazio poi con ogni probabilità a chi ha vissuto professionalmente ed emotivamente il Catania come Angelo Scaltriti che dovrebbe avere nuovamente il compito di responsabile della comunicazione, magari con un comparto più ampio rispetto al passato. 

Difficile che già da domani si parli del settore sportivo visto che si potrebbe anche attendere l'indicazione della Figc per ufficializzare i primi nomi. La suggestione porta sempre a Maurizio Pellegrino tra i candidati per ricoprire un ruolo nella società, visto ciò che ha fatto nel recente passato e la sua decisione di non accettare altre proposte negli ultimi mesi. Catania ha atteso tanto, cosa sarà aspettare ancora ventiquattro ore….