Pessina nella storia del Catania: secondo ex giocatore a segnare una doppietta in Nazionale

Un tap-in, quindi un gol molto tecnico: non ci sono più parole adatte a descrivere Matteo Pessina, fondamentale sia per l'Atalanta che per la Nazionale di Roberto Mancini. Ed ex Catania, anche se con una sola presenza in rossazzurro. I 45 minuti disputati nel corso della partita persa per 2-0 contro l'Ischia in trasferta, nel 2016) gli valgono, però, l'ingresso in una speciale classifica: con le due reti siglate nel 7-0 contro il San Marino ieri, Pessina è diventato il secondo giocatore con almeno una presenza con il Calcio Catania 1946 a segnare una doppietta con la Nazionale italiana. Prima di lui c'era riuscito solo Riccardo Carapallese (in rossazzurro tra il 1957 e il 1959) che, 73 anni fa, il 4 aprile del 1948, siglò una doppietta in Francia-Italia 1-3. Curioso anche il dato degli allenatori che nella loro carriera hanno guidato il Calcio Catania 1946, e che da calciatori hanno siglato almeno una doppietta in Nazionale: in vetta alla classifica troviamo Ciccio Graziani (allenatore insieme a Maurizio Pellegrino nel 2002), che ha fatto registrare quattro doppiette in Nazionale (nel 1976 contro l'Inghilterra, nel 1978 contro la Francia, nel 1980 contro la Danimarca e nel 1981 contro la Bulgaria), seguito da Mario Magnozzi (che ha guidato il Catania nella stagione 1949/50), che ha segnato rispettivamente una doppietta (nel 1924 contro la Svezia) e una tripletta (nel 1928 contro l'Egitto). Da segnalare, oltre allo stesso Carapallese (allenatore tra la fine del 1957 e l'inizio del 1958), Francesco Moriero (nel 1998 contro il Paraguay), Vincenzo Montella (nel 2002 contro l'Inghilterra) e Cristiano Lucarelli (nel 2007 contro il Sudafrica).