Nominato un Ctu: 33 giorni per verificare i conti del Catania. Ecco la sostanza del decreto…

Ecco cosa ha deciso il Tribunale in vista del 21 dicembre

Tribunale di Catania

Trentatrè giorni per approfondire sulla situazione economica del Catania. Questo è ciò che è stato sostanzialmente deciso dal Consiglio della Sezione Fallimentare che con il decreto di ieri ha stabilito la nomina di una consulenza tecnica d’ufficio che possa analizzare bene la gestione e le casse del club. Ad essere verificati saranno i beni, anche immateriali; i debiti sportivi e non; il valore del complesso aziendale; i flussi di cassa previsionali e la determinazione dei costi, il tutto per stabilire la possibile sostenibilità o meno della situazione economica e dunque la possibile prosecuzione della vita del Catania. La consulenza tecnica d’ufficio è stata affidata ai dottori Saverio Mancinelli (già alle prese, ai tempi, con la perizia dell’Ascoli Calcio), Daniela D’arrigo ed Enrico Maria Giucastro che avranno a disposizione fino al 20 dicembre per depositare il loro lavoro di verifica. Successivamente, il 21 dicembre alle ore 9, si terrà l’udienza sempre presso la sezione Fallimentare.

Nel decreto non si fa riferimento a possibili acquirenti, investitori o finanze esterne, ma in ogni caso la Sigi avrà così ulteriore tempo per cercare di concretizzare le piste già intraprese o comunque puntare sulla possibile ricapitalizzazione.