Paternò-Catania, le pagelle dei rossazzurri.

Lodi detta tempi, l'asse Rapisarda-Sarno funziona. Sarao e Jefferson ancora in gol.

Il Catania continua a vincere e liquida il Paternò con due gol per tempo e senza mai soffrire. Di seguito le pagelle dei rossazzurri. 

GROAZ s.v. - Non viene mai impegnato dal Paternò 

CASTELLINI 6,5 - Tempi d'inserimento e grande personalità. Il ragazzo ormai è un titolare inamovibile dello scacchiere di Ferraro. 

LORENZINI 6 - Controlla dal basso e non viene mai impensierito 

SOMMA 6 - Stessa valutazione del suo compagno di reparto. Mai impegnato. 

RAPISARDA 7 - Una bellezza e una costante spinta sull'out di destra. Con Sarno si intendono a meraviglia. Offre assist a Sarao per il primo vantaggio e procura il rigore trasformato da Lodi.

RIZZO 6,5 - Tanto movimento e solita sostanza in mediana. Meriterebbe il gol ma il portiere del Paternò gli nega la gioia.

LODI 6,5 - Tempi di gioco, possesso e personalità. Segna il rigore del raddoppio e manda messaggi ai naviganti.

VITALE 6 - Il ragazzo mostra grandi segnali di crescita soprattutto nella sua maturità nell'interpretazione del ruolo. 

SARNO 6,5. - Prima mezz'ora alla Sarno. Qualità, estro e fantasia al potere. Poi si innervosisce e nella ripresa attende come tutto il Catania. 

SARAO 7 - Punto di riferimento e faro li davanti. Alla prima opportunità colpisce. 

FORCHIGNONE 6 - Continua a crescere per applicazione e voglia. Ferraro richiama spesso il ragazzo e lui risponde. Gli manca la conclusione in porta sia nel primo tempo, sia nella ripresa quando spreca una ghiotta occasione.

Subentrati 

JEFFERSON 6 - È il giocatore più letale per minutaggio e gol. Entra e segna ancora la sua quarta rete grazie all'intervento goffo del portiere del Paternò 

RUSSOTTO 6 - Gol di grande qualità per preparazione e conclusione. Un ritorno importante.