Catania-Licata, le pagelle: centrocampo padrone. Sarao torna a sorridere, De Luca...

Le valutazioni di Catanista dopo la bella vittoria per 4-1 sul Licata

Scritto da Marco Massimino Cocuzza  | 
Sarao

Tre su tre nel girone di ritorno, con tanto di allungo a +14 su chi insegue: il Catania contro il Licata ha offerto la prestazione di chi il campionato vuole vincerlo con più giornate di anticipo possibile. Un 4-1 per quasi tutti i 90' senza storia e che denota una prestazione da squadra vera, tra piacevoli conferme e altisonanti ritorni. Ecco le valutazioni della nostra redazione:

BETHERS S.V.
90 minuti tra i pali, 0 palloni toccati con le mani. Non serve aggiungere altro.

RAPISARDA 6
Spinge sempre, costantemente, senza risparmiarsi. E va bene così.

LORENZINI 6
Tutto il suo reparto è un pizzico in bambola sul gol subito, ma è sempre leader e condottiero con la solita eleganza.

SOMMA 6
Quasi sempre sicuro e bravo in chiusura.

CASTELLINI 6.5
Vederlo sbagliare una palla è rarità: non soffre quando viene attaccato e fa un lavoro prezioso quando aiuta la catena di sinistra in fase offensiva. Sfiora anche un gol al volo dopo un calcio d'angolo che si meriterebbe.

RIZZO 6.5
Non fa quasi notizia la grinta e neppure l'intensità messa in un centrocampo oggi perfetto in ogni uomo e fase di gioco.

LODI 6.5
Quando abbina calcio del pallone fatato e movimento c'è poco da fare, diventa un problema per ogni avversario: disegna due parabole da angolo che i compagni sfruttano alla grande, ma ogni palla che tocca è preziosa.

VITALE 7
5 gol per una mezz'ala di 18 anni cominciano ad essere tanti. Al di là di questo trova sempre lo spazio, il tempo per farsi dare la palla e permette a De Luca di accentrarsi in area avversaria, con i movimenti esterni. Non sbaglia un passaggio.

CHIARELLA 5.5
Non è esplosivo come al solito, e infatti si accentra in allungo poche volte e punta l'uomo anche meno. La sua velocità mette comunque apprensione a tutta la fascia sinistra ospite.

DE LUCA 6.5
Ancora una volta utilizzato da esterno, esce fuori soprattutto nel secondo tempo, quando per due volte riesce a crearsi lo spazio per andare al cross con il piede debole. Certo, se riuscisse a vedere di più la porta…

SARAO 6.5
Ferraro non rinuncia a lui nonostante il digiuno da gol e la scelta paga dopo nemmeno tre minuti. Per il resto solito lavoro spalle alla porta e qualche fallo procurato che non guasta mai.


SUBENTRATI

 

GIOVINCO 6
Si prende il rigore del 4-1 pur avendo toccato pochi palloni: un gol che gli servirà in un girone di ritorno che magari lo vedrà finalmente più protagonista

PALERMO 7
È senza troppi problemi il subentrante più forte di tutto il girone. Il gol è bellissimo e il rigore con doppia ammonizione che si procura indica come sia bravo nel posizionarsi in campo.

DE RESPINIS 6
Nota di merito perché esordisce e si procura la prima espulsione del Licata.

FORCHIGNONE S.V.

LITTERI S.V.
Tra le notizie più liete del pomeriggio rosso e azzurro, il rientro di un giocatore atteso e pieno di voglia.