E Pellegrino? Il Siena spinge, lui aspetta

Mentre Baldini ha sfiorato l'impresa a Vicenza con Greco, e Moro ha assaporato il clima della Serie A a Sassuolo, un altro dei grandi protagonisti della scorsa stagione rossazzurra, Maurizio Pellegrino, per adesso è ancora in fase di riflessione. La fine tragica del Catania lo ha inevitabilmente scosso e le prime settimane successive alla decisione del Tribunale le ha trascorse cercando di smaltire le scorie di due anni difficili. Poi il telefono ha iniziato a squillare, da Taranto e da Siena, ma non solo. Ad oggi, nonostante un dialogo con la dirigenza, l'ipotesi pugliese sembra più remota, lasciando spazio con maggiore insistenza alla pista bianconera.

Nessuna decisione definita, però, è stata ancora presa, e qualcuno in città inizia a porsi una domanda: e se venisse contattato dal nuovo Catania? Non sappiamo se il prolungarsi della decisione in merito al proprio futuro sia condizionata da questo pallino, presente o meno, nella testa di Pellegrino, ma di certo questa ipotesi potrebbe essere presa in considerazione solamente a bando concluso. La forza del progetto, la solidità del gruppo imprenditoriale faranno la differenza, ma per adesso sono tutte chiacchiere al vento. Forse anche lui aspetta il bando, se non professionalmente, certamente per una questione di cuore e finché non verrà ufficializzato in altre piazze, ogni riflessione rimane valida.