Mercato Catania, bilancio finale: Simonetti e Lorenzini gli innesti

Rimangono in tanti, da Piccolo a Pinto e Zanchi. Addio da parte di Calapai, Maldonado e Ceccarelli. Nessun movimento nell'ultimo giorno

Il mercato del Catania si chiude con una calma piatta. Piccolo e Pinto continueranno a vestire la casacca rossazzurra, così come Zanchi che dopo la corte sfrenata della Turris continuerà a calcare il prato del "Massimino". In entrata nel bilancio finale restano i due innesti, Simonetti scuola Roma e reduce da un buon campionato a Piacenza, Lorenzini un punto fermo della Turris e con un bagaglio di esperienza in serie C.

Una squadra, il Catania, che sta attendendo di aggrapparsi alla continuità del titolo sportivo, una situazione che si è rivelata non facile a livello di appeal per l'eventuale arrivo di giocatori, tanti i no e i calciatori che hanno scelto di non sposare la causa, fattore che si lega anche al budget di mercato risicato all'osso in questa fase.

Il mercato oculato ha visto quindi in entrata pedine motivate e già allenate da Baldini, uomo che ha fatto da collante in queste operazioni in entrata che vanno a puntellare la rosa a disposizione del tecnico di Massa. Tra le uscite quella di Calapai e Ceccarelli, già separato in casa dal mese di dicembre. Anche Maldonado è andato a vestire una nuova casacca, quella del Catanzaro.

Ierardi il tentativo nei giorni finali dal Vicenza sfumato però, con il giocatore approdato al Pescara. Resta ancora la finestra relativa agli svincolati per provare a trovare un innesto nella linea difensiva.