Asta 4 marzo: movimenti e richieste di informazioni. Si trasformeranno in offerte?

Altra attesa per l'asta, con diversi imprenditori che hanno richiesto informazioni

Inizia un nuovo, interminabile countdown e dunque mancano 13 giorni al 4 marzo, momento finale di una doppia gara pubblica che è diventata l'argomento principale in tutti i bar della città. Chi si presenterà? Avrà un progetto last minute o avrà già programmato da tempo? E chi si presenterà perchè non si è presentato prima? Questi sono solo alcuni dei quesiti che rimbombano nelle teste dei tifosi rossazzurri, ormai scottati dalle recenti esperienze, ma consapevoli che nel menù non c'è grande possibilità di scelta.

Come vi abbiamo anticipato negli scorsi giorni in città continua a intravedersi Benedetto Mancini che dopo la visita a Torre del Grifo ha continuato ad informarsi con alcuni imprenditori presenti in Sigi. I dubbi sul suo possibile investimento rimangono molteplici, figli di ciò che non ha fatto in passato, rispetto alle volontà sbandierate. Un altro nome che è stato tirato in ballo ieri è quello di Roberto Felleca, imprenditore sardo che è stato già presidente a Como e Foggia, e che nel recente passato era stato accostato alla Sambenedettese, senza però presentarsi all'asta. Richiesta di informazioni, probabilmente, ma difficile dire se si presenterà all'asta, così come ancora incerta sembra l'ipotesi che porta a Russo Morosoli

Attenzione poi ad altre richieste di documenti ed informazioni arrivate dal Nord Italia, e non si tratta di quel gruppo con riferimento a Milano. Il curriculum c'è, ma anche in questo caso bisogna capire se realmente si vorrà fare il passo concreto. Probabilmente quest'ultima ipotesi potrebbe essere idealmente la più allettante per la tifoseria, ma oltre alla richiesta di informazioni non sappiamo se c'è altro. Insomma la situazione è in evoluzione, sperando che stavolta lo scenario desertico possa essere scongiurato.