Avversario: Monterosi rivitalizzato dalla cura Menichini

Il prossimo avversario del Catania in salute e determinato

Monterosi

Il Catania attende ardentemente l'esito dell'asta ma dall'altro lato, in vista di sabato, c'è un Monterosi che invece non vede l'ora di poter sfruttare l'occasione di affrontare un avversario disorientato da altri pensieri. Del resto la formazione laziale vive un momento positivo frutto di 3 vittorie nelle ultime cinque giornate con 37 punti complessivi ed un'inversione di tendenza combaciata con l'arrivo in panchina di Leonardro Menichini. L'ex tecnico della Salernitana si è insediato alla guida del Monterosi il 10 novembre, prendendo il posto di D'Antoni, e conquistando ben 24 punti in 16 giornate, traghettando la squadra dalla zona playout a quella playoff.

Idee chiare e un 3-5-2 impostato sulla falsariga del suo predecessore, ma caratterizzato da una grande capacità di interpretare i momenti delle partite e di una maggiore solidità difensiva. Un dato emblematico riguarda il numero di vittorie maturate, se ad inizio anno ne erano arrivate appena 3 in 17 giornate, i frutti della cura Menichini ne hanno portate addirittura 5 nelle ultime 8. Occhi aperti, dunque, per il Catania che dovrà fare i conti con l'esplosività di Ekuban e la densità in mezzo al campo offerta dai vari Franchini, Adamo e Parlato. Il limite enorme del Monterosi, però, è rappresentato dalle poche rotazioni possibili, vista la squalifica di Mbende e le condizioni non ottimali di Tartaglia, Piroli e Verde. Ottimismo, invece, per il possibile recupero di Basit e Artistico.

Una squadra totalmente concentrata sul match, il Monterosi, ed una frastornata dai temi dell'extracampo, che però vuole alzare nuovamente la voce al Massimino e far dimenticare la sconfitta con la Paganese. I presupposti per qualcosa di interessante ci sono, ma in casa etnea molto, moltissimo dipenderà dall'esito dall'asta.

 

Foto: Tusciaweb