Lodi: "Dovevamo gestire, ma senza soffrire. Ora due vittorie e poi rilassiamoci"

Le dichiarazioni di Francesco Lodi nel post gara contro il Real Aversa

Scritto da Marco Massimino Cocuzza  | 
Francesco Lodi

Ecco le impressioni di Francesco Lodi in mix zone, al termine del match vinto per 1-0 sul Real Aversa:

"Ricordo di aver vinto poche partite senza soffrire con questa maglia, in tutte le categorie. Oggi forse si è sofferto un po' troppo, ma l'importante è la vittoria e il mantenimento del distacco sulle concorrenti che oggi hanno vinto. Il nostro obiettivo è chiaro e che venga raggiunto soffrendo o no poco importa.

Paura mentale? Inconsciamente ci siamo rilassati negli ultimi minuti vista la loro inferiorità numerica, però se prendi gol poi è difficile andarla a riprendere. Era importante tornare a vincere dopo San Cataldo, ora facciamo bottino pieno nelle prossime due e poi rilassiamoci. Si vede che fisicamente e mentalmente siamo vicini al giro di boa, vinciamo le prossime e poi riposiamo.

Il mister ci ha detto di non essere precipitosi, di far dorare bene la palla con velocità nel secondo tempo. Infatti abbiamo fatto arrembaggio nei primi minuti facendo un gol annullato e la rete di Rapisarda. Poi dovevamo gestire ma senza soffrire, invece abbiamo rischiato di prendere gol.

Il mio minutaggio? Lo so come ragiona il tifoso. Da una parte Lodi è buono, dall'altra non è buono, ma non posso piacere a tutti. Non i porta che io faccia 60, 70 o 90 min, l'importante è che il Catania vinca. Io la mia carriera l'ho fatta, ci sta che ci resto male se il mister mi cambia, però fa parte del calcio, magari dura un minuto e poi mi passa.

Io non salto un allenamento, neanche le partitelle. Mi presento al campo sempre prima perché ho il fuoco negli occhi, quando questo verrà a mancare mi farò da parte.

I miei gol? Mah, mi piace segnare ma anche fare assist. Dalla punizione è arrivato il gol, l'importante è sempre vincere".